Aprire un E-commerce IVA

E-COMMERCE INDIRETTO:

Le operazioni di commercio elettronico hanno inizio con la scelta, da parte del cliente, della merce esposta nella vetrina della società di E- commerce. In questo caso infatti Internet non è considerato altro che un canale pubblicitario, un negozio virtuale, nel quale i navigatori accedono e decidono di acquistare determinati beni. E’ considerato quindi come una modalità dove il cliente può ordinare un determinato bene o servizio ad un suo fornitore. Trattasi quindi di una normale cessione di beni.

Pertanto nel caso di vendite in Italia su Italia, l’articolo di riferimento è il 2 del DPR 633/1972 che disciplina le cessioni di beni.

Nel caso in cui le vendite avvengano tra stati differenti comunitari le operazioni sono assimilate alla vendita per corrispondenza (o a distanza).

In particolare le vendite a distanza risultano imponibili nello Stato di destinazione. Quindi il soggetto cedente emetterà una fattura “non imponibile” ai sensi dell’articolo 41 del d.l 331/1993 e compilerà il modello intrastat. In caso di cessionario, non soggetto passivo di imposta (consumatore finale), il cedente nominerà un rappresentante fiscale, oppure si identificherà direttamente nello Stato di destinazione.

Il nostro studio rimane a disposizione per chiarimenti e quesiti in merito a qualsiasi casistica rientrante nell’argomento.

Se vuoi aprire un E-commerce e vendere in tutta Europa lo staff di commercialista solutions è a vostra completa disposizione.

 

 

 

 

Lascia un commento

A vostra disposizione